Blancpain

Ferrari HubAuto Corsa vince la 8 ore della California

La Ferrari 488 GT3 ha conquistato la vittoria della 8 ore della California al WeatherTech Raceway di Laguna Seca grazie all’equipaggio Nick Foster, Miguel Molina e Tim Slade del team HubAuto Corsa. La squadra taiwanese alla seconda partecipazione nel Pirelli Intercontinental GT Challenge ed unico team del marchio del cavallino presente sul circuito Califroniano, ha battuto il team Mercedes-AMG GruppeM Racing  di Raffaele Marciello, Maxi Buhk e Maxi Goetz di soli 12.5 secondi, mentre Romain Dumas, Sven Muller e Mathieu Jaminet's Park Place Motorsports Porsche hanno conquistato il terzo gradino del podio. Nella classe GT4 vittoria per la Ford Mustang di PF Racing guidata da Jade Buford, Chad McCumbee e James Pesek, davanti alla BMW di Daren Jorgensen, Brett Strom e Jonathan Miller. Grazie ad una gara senza interventi della Safety Car è stato stabilito il nuovo record di distanza per Laguna Seca. 1177 chilometri in otto ore sono il nuovo record nei  62 anni di storia del circuito californiano. Molina partito  dalla quarta posizione, al primo pit-stop ha lasciato la vettura in seconda posizione, dopo aver superato il poleman Mario Farnbacher  su Honda e Mikkel Jensen  su BMW. Un pitstop lento per la Nissan leader della gara, ha poi regalato a Slade il primo posto. L'australiano e il suo compatriota Foster, nelle due ore successive di gara, hanno accumulato un vantaggio di 14 secondi. Un terzo pitstop prolungato per la Ferrari HubAuto, causato da un problema alla pistola del cambio pneumatici, ha permesso alla Porsche 911 GT3 RS del team Park Place Motorsports guidata da Jaminet di andare al comando della gara. Mentre la Prosche Wright Motorsports, dei vincitori della prima gara del Pirelli Intercontinental GT Matt Campbell, Dirk Werner e Dennis Olsen, è rimasta costantemente in gara per la vittoria fino a metà corsa quando per un problema al cambio si è dovuta ritirare. Anche le BMW M6 dei Team Schnitzer e Walkenhorst Motorsport con le loro strategie alternative sono state costantemente nelle prime posizioni. Il momento decisivo della gara alla sesta ora durante il quinto pitstop con lo scambio di posizione tra Porsche 911 GT3 RS del team Park Place Motorsports e la Ferrari team HubAuto che con al volante Foster guadagnava un vantaggio di 17 secondi su Dumas, risultando alla fine decisivo. Al quarto posto l’Audi R8 LMS GT3 Evo del team belga WRT con Dries Vanthoor, Christopher Haase e Frederic Vervisch. La seconda Audi in gara quella del team Land Motorsport, si è piazzata settima dopo un incidente occorso a Markus Winkelhock a metà gara. E’ stata la BMW M6  di Martin Tomczyk a scontrarsi con l’Audi di Winkelhock al Corkscre,  ed è costato al team Schnitzer un drive-through relegando la vettura tedesca al quinto posto. Il promettente debutto nel Pirelli Intecontinetal GT Challenge da parte della Honda con la partenza dalla pole position  è stata vanificato da un lungo pitstop per riparare i danni alle sospensioni anteriori. Nello stesso modo, le Bentley non ha inciso in questa gara, con la Continental GT3 numero 107  avversata da un problema elettrico costringendola al termine anticipato della gara. Le vettura gemella numero 108 ha chiuso all’undicesimo posto. Prossimo appuntamento del Pirelli Intercontinental GT Challenge, che si può considerare come il campionato mondiale per vetture GT3,  si disputerà in Europa, sulla pista belga con la Total 24 ore di Spa, dal 25 al 28 luglio.

More about:

Social & Newsletter

© 2018 Monzasport | All Rights Reserved. | Development by WM3

Cerca..

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta